Cassiodoro, Flavio Magno Aurelio

Cassiodoro, Flavio Magno Aurelio (lat. Flavius Magnus Aurelius Cassiodorus), patrizio del periodo tardo romano, politico, storico e filosofo (?, 490 cca - ?, 583 cca). Copriva alte cariche presso la corte di re ostrogoti Teodorico e Atalarico a Ravenna, e aveva un forte influsso sul governo civile.

Di educazione ricca, raccoglieva i manoscritti ed esaminava le opere greche, e favoriva l'avvicinamento tra goti e romani. Ha scritto il progetto della storia universale con l'elenco dei consoli romani (Chronica), ed è noto il suo carteggio (Variae, cioè Variarum epistolarum libri XII), che riporta numerosi dati sulla storia, sulla cultura e sull'economia. Le altre sue opere sono rimaste conservate solo nei frammenti, soprattutto in altri autori. Dopo il 540 e la fine del regno ostrogotico si era ritirato nel convento, dove organizzava la copiatura dei testi greci e lo studio della cultura classica. In alcune sue lettere (Variae), che erano indirizzate agli istriani, loda la regione, all'epoca sotto il dominio dei goti, come un paese ricco, dove è piacevole vivere, dove crescono bene gli ulivi e la vite, e in questo modo testimonia sulla prosperità della penisola in quell'epoca, attorno al 530.

R. Matijašić