Bottonega (Butoniga)

Bottonega (Butoniga), fiumicello, affluente del fiume Quieto nell'Istria centrale, ad est di Montona, ed accumulazione artificiale.  Il flusso dell'acqua è torrenziale ed ha numerosi affluenti: i torrenti di Racizze, Draguccio e Gherdosella,  una serie di altre fosse sparse qua e là, della lunghezza complessiva di cca 40km che scendono dai pendii di flysch a sud di Pinguente, con alcuni punti che superano i 350m d'altezza sopra il livello del mare.

Nel flusso superiore del Bottonega, nella parte pianeggiante un po' più distante dalla foce del Quieto, è stata costruita una diga per tutelarsi dal rischio delle inondazioni, creare un'accumulazione per i fabbisogni d'irrigazione e assicurare l'acqua per il rifornimento idrico dell'Istria durante il periodo estivo. La lunghezza della corona della diga supera i 550m, l'altezza massima è di 44,7m s.l.m., la quota dell'acqua è a  41,0m s.l.m., mentre il volume utile previsto dell'acqua accumulata è attorno ai  19,5mil.m3, la superficie del bacino oltrepassa i  70km2, con una media attuale delle precipitazioni che supera i  500mm all'interno del bacino. Per le accentuate condizioni erosive ai lati ripidi delle gole durante i torrenti gonfi, l'erosione del materiale di flysh supera il livello d'erosione previsto ai tempi della costruzione dell'accumulazione, ed è quindi stata ulteriormente costruita una diga nei pressi dell'insediamento Jukoni a  150m s.l.m. L'inquinamento da batteri fecali coliformi provenienti dagli insediamenti esistenti e dalle aree coltivabili nel bacino dell'accumulazione, rappresenta un grosso pericolo per il rifornimento idrico. Data l'importanza dell'accumulazione, durante la stagione turistica sulla costa occidentale dell'Istria, vengono  svolte intensamente delle ricerche ed il risanamento di quest'area.

S. Božičević