Castellier di Visinada

Castellier di Visinada, abitato a 10 km a nord est da Parenzo (45°18′N; 13°41′E; 238 m d'alt.); 283 ab. (2001), centro del comune. Si trova sulla strada regionale Parenzo - Visinada, sull'incrocio delle strade regionali verso Torre e Visinada.

Il vecchio nucleo sull'altipiano è a carattere del castelliere; nei secoli XIX - XX l'abitato si è allargato, soprattutto lungo le strade d'accesso. Comprende la serie dei casali vicini (Babici, Tadini, Cocianci, Valenti, Covacci, Bernobici, Roskici, Decli, Mechissi, Roiaz). Con l'abitato vicino Santa Domenica di Visinada oggi è connesso anche nel senso fisico (lungo la strada per Visignano fino all'incrocio delle strade regionali c'è la serie ininterrotta delle case). Gli abitanti si occupano quasi esclusivamente di agricoltura (vite, ulivi) e di zootecnia. L'area è stata abitata nella preistoria e nell'epoca romana, è menzionata nelle fonti scritte del 983 come Castellione, era il possedimento del vescovo di Parenzo, il quale lo dava in affitto ai feudatari istriani. Nel XIV sec., era stato abbandonato a causa delle guerre e delle malattie; nel 1420, la Serenissima si è impadronita del territorio, e nel periodo dal XVI al XVII sec., ha insediato i profughi dalla Dalmazia e dalla Bosnia che scappavano davanti agli Ottomani. Apparteneva alla parrocchia di Visinada, e dal 1857 è parrocchia autonoma. La chiesa parrocchiale a tre navate di SS. Cosimo e Damiano è stata edificata nel 1908 sul sito di una più antica, e al cimitero c'è la chiesa di San Rocco, edificata nel 1856.

R. Matijašić

Komentari

    Trenutno nema objavljenih komentara.

Ostavi komentar

* Slanjem komentara prihvaćate Pravila obrade Vaših osobnih podataka (e-mail i IP adresa). cancel reply


Slučajna natuknica

Gortan, Vladimir