Motovun film festival

Motovun film festival (MFF - il Film Festival di Montona), il festival internazionale dedicato ai film innovativi, freschi e forti nati nelle piccole cinematografie e nelle produzioni indipendenti. Lo hanno fondato nel 1999 Rajko Grlić, Boris T. Matić, Mike Downey e Igor Mirković (i quali prima erano partecipanti all'Accademia immaginaria del film - Imaginarna filmska akademija, una specie di scuola cinematografica estiva a Grisignana), e si tiene a Montona ogni anno a cavallo tra luglio e agosto.

Le proiezioni si svolgono nel cinema rinnovato a Montona e sulla piazza davanti alla chiesa, e su altri luoghi improvvisati (il campo sportivo scolastico, la terrazza dell'albergo, il Canale, le mura della città, ecc.). Il primo festival ha avuto luogo dal 10 al 15 agosto 1999, ed era stato pensato come una rivista senza i premi. Davanti a cca 8000 spettatori sono stati proiettati 38 film da una decina di paesi. Dal 2000 il miglior film, secondo la decisione della giuria internazionale che conta tre membri, viene premiato con l'Elica di Montona (Propeler Motovuna). Quell'anno il premio è stato vinto da Billy Elliot (Stephen Daldry). Il festival ha la selezione dei cortometraggi Motovun on Line, che è possibile seguire anche tramite l'Internet. Al secondo festival sono stati proiettati 70 film provenienti da 15 paesi, e il premio per il miglior film è andato a The Last resort (Pawel Pawlikovsky). Dal 2001 il premio assegna la giuria di giovani professionisti cinematografici. Dal 2001 un proprio premio assegna anche la Fédération Internationale de la Presse Cinématographique (FIPRESCI), la società più longevole e più prestigiosa di critici cinematografici. Il premio Da A ad A (Od A do A), per il miglior film creato nella regione dall'Albania all'Austria, è il premio in contanti con il quale viene stimolata la distribuzione dei film. Nel 2002 il primo premio è stato aggiudicato a Bloody Sunday (Paul Greengrass), nel 2003 Punch-Drunk Love (Paul Thomas Anderson), e nel 2004 ad Ae Fond Kiss (Ken Loach). Il primo direttore del festival è stato Boris T. Matić, poi Olinka Vištica e dopo Igor Mirković. Il direttore artistico era Rajko Grlić. Grazie al carattere informale, agli eventi intensivi e alla scelta dei film votata alla qualità, il festival dai suoi inizi attirava l'attenzione del largo pubblico e di quello professionale, per questa ragione sui quotidiani e nella stampa periodica sul festival si scriveva in maniera consistente.

R.