Puschi, Alberto

Puschi, Alberto, archeologo (Trieste, 13 febbraio 1853 - ?, 9 novembre 1922). Ha studiato la geografia e la storia a Graz, e dopo il ritorno a Trieste insegnava queste materie al liceo. Dal 1884 al 1919 era il direttore del Museo civico d'antichità a Trieste.

Era il consigliere della Società di Minerva, dal 1887 al 1902 era redattore del giornale Archeografo Triestino, e il presidente della Società Alpina delle Giulie e membro del consiglio della Società Istriana di Archeologia e Storia Patria nel periodo in cui ne era presidente A. Amoroso. Agli inizi si occupava solo della numismatica, poi delle antichità a Trieste e sul triestino, e poi sull'intero territorio istriano. Svolgeva le ricerche su numerosi siti, tra i quali anche la fullonica nella zona San Sabba, la villa romana a Barcoli, le caverne sulla Ciceria e le necropoli del primo medioevo di Pinguente. Sono importanti i suoi scavi sistematici di Nesazio dal 1900 al 1913. Raccoglieva in maniera intensiva i dati topografici per la creazione delle mappe archeologiche dell'Istria, in che lo appoggiavano il Museo civico, la Società Istriana di Archeologia e Storia Patria, l'amministrazione civica di Trieste, la Giunta Povinciale dell'Istria, il ministero e la Commissione per la ricerca e la conservazione dei monumenti. Non è riuscito a pubblicare i risultati di questo lavoro, e non è noto dove sono conservati i manoscritti. Sono stati lasciati alla Giunta Provinciale dell'Istria e accessibili solo a B. Benussi, che ne ha pubblicato un sunto sintetico sulla rivista Archeografo triestino (1927 - 1928, 14). Pubblicava i risultati degli scavi sul territorio dell'Istria anche sulla rivista AMSI, dei quali il più importante è il Volume unico, Nesazio - Pola (AMSI, 1905, 22).

 

BIBLIOGRAFIA: S. Dellantonia, Alberto Puschi: Archeologo e direttore del Museo Civico di antichità di Trieste, AMSI, 1998, 46.

K. Mihovilić